Adozione di embrioni

Adozione di embrioni

Le coppie in cui entrambi i partner siano affetti da infertilità hanno la possibilità di ricevere embrioni provenienti da un’altra coppia con caratteristiche fisiche simili alle proprie. Questo metodo riduce notevolmente il costo del trattamento.

In un normale trattamento di fecondazione assistita, vari embrioni della stessa paziente vengono incubati contemporaneamente. Tra quelli idonei, uno viene trasferito alla paziente ed il resto viene vitrificato per poi essere utilizzato in cicli successivi.

Una volta raggiunta la gravidanza, la paziente può decidere di donare gli embrioni che non siano stati trasferiti in modo che altre coppie possano usarli nei propri trattamenti.

che E?

doppia
donazione

Nella doppia donazione si utilizzano gli ovociti e gli spermatozoi di donatori scelti in base alle caratteristiche fenotipiche della coppia ricevente.

adozione di
embrioni

Nell’adozione di embrioni, invece, si utilizzano gli embrioni di un’altra coppia che decide di donarli dopo aver completato il trattamento di riproduzione assistita.

per chi?

  • Pazienti che desiderano un trattamento di riproduzione assistita più semplice.
  • Coppie in cui entrambi i partner hanno problemi di sterilità.
  • Donne single con bassa riserva ovarica o scarsa qualità degli ovociti che non possono ricorrere alla fecondazione con seme di donatore.
  • Pazienti che soffrono di aborti ripetuti o fallimenti di impianto.
  • Coppie che presentano incompatibilità genetica.

Cos‘e?

La selezione degli embrioni viene effettuata tenendo conto delle caratteristiche fenotipiche della coppia ricevente. Una volta scelti, la preparazione endometriale della paziente viene eseguita mediante l’assunzione di ormoni per far maturare l’endometrio e facilitare l’impianto, dopodiché l’embrione viene trasferito nell’utero della paziente attraverso una sottile cannula (catetere). È una procedura semplice che non richiede sedazione.

DOMANDE freQuentI
  • Chi può donare un embrione?

Esistono una serie di requisiti necessari per i pazienti che desiderino donare i propri embrioni ad altre coppie. In primo luogo, gli ovuli devono provenire da una donna di età inferiore ai 35 anni, per poter contare con un’alta probabilità di gestazione. Inoltre, si esige sierologia negativa e cariotipo normale.

  • Che compatibilità fisica avrà l’embrione donato con me?

Nel caso della embrio-adozione, cerchiamo anche la compatibilità del gruppo sanguigno e delle caratteristiche fisiche con i pazienti, anche se, ovviamente, non sia possibile, nella maggior parte dei casi, realizzare una selezione tanto esatta come nel caso di ovodonazione o di doppia donazione. In questo tipo di trattamento non sarà possibile per esempio utilizzare l’ Ovomatch.